venerdì 24 novembre 2017

Tavolo d'arredamento e biliardo da gioco: biliardi Restaldi

Il gioco del biliardo è divertente ed avvincente ma purtroppo per poter giocare ed allenarsi si devono frequentare le sale da biliardo e non sempre si ha la possibilità, mentre un biliardo in casa consente di poter giocare ogni volta che se ne ha voglia. 


Tavolo d'arredamento e biliardo da gioco: biliardi Restaldi 


I biliardi  in genere, non hanno dimensioni molto contenute, dunque, trovare la soluzione giusta potrebbe sembrare un arduo compito: ma non lo è! Tavolo o biliardo? Ambedue! 
Tavolo d'arredamento e biliardo da gioco: i biliardi Restaldi  costituiscono la soluzione per chi ha poco spazio a disposizione e non vuole rinunciare a praticità ed estetica. 




La storia del biliardo e l'azienda Restaldi di Roma 


Il biliardo è un gioco divertente, complesso e di origini antiche. Oggi è concepito come vera e propria disciplina sportiva per la quale si organizzano tornei internazionali. Il gioco si svolge su un tavolo con sponde ricoperto dal  classico panno verde e dotato di buche. Si utilizzano delle bocce sferiche colorate, le biglie e la stecca. Nella variante "boccetta" le biglie vengono lanciate a mano.
La storia ci racconta che il primo tavolo da gioco era in possesso di Luigi XI in Francia nel 1470. 
Sono di Roma mi piace molto giocare  a biliardo ma non frequento le tipiche sale da gioco.




Biliardi Restaldi: tradizione ed innovazione



Il nome dei Restaldi ha un peso non indifferente nella capitale. La loro produzione di tavoli da gioco è ben nota. 
Chi è di Roma, e non solo,  conosce la professionalità dei prodotti Ristaldi, una azienda leader che ha origini antiche. Produce tavoli da gioco dal lontano 1763 grazie a Giovacchino Restaldi artigiano del legno. I primi biliardi realizzati da  Giovacchino portano la firma dello stile francese e sono dunque senza buche. Il primo costruttore del biliardo italiano dotato di 6 buche fu nel 1784 Aristodemo Restaldi. 




Il biliardo si diffuse velocemente e la produzione fu incrementata. Il gioco del biliardo divenne non solo prerogativa dei nobili ma si diffuse anche in sale da caffè dell'epoca, mentre nacquero anche le prime sale biliardo,  (1813). 
La tradizione dei tavoli da biliardo Restaldi si trasmise da padre in figlio e raggiunse il suo massimo splendore grazie a Ottorino Restaldi (1806),  fino ad arrivare ai giorni odierni. Ad oggi lo spirito dell'azienda ed il prestigio dei tavoli da biliardo è interpretato dagli eredi Restaldi:  Claudio e Valerio figlio e nipote di Ottorino.


Tavolo d'arredamento e biliardo da gioco: biliardi Restaldi la soluzione innovativa


Come coniugare la scelta di un tavolo per il soggiorno o per la sala hobby ed un biliardo in casa? Ho cercato di informarmi in merito ed ho scoperto che esistono tipologie di biliardo davvero versatile che permettono di offrire un tavolo d'arredamento e allo stesso tempo un biliardo da gioco. Restaldi ha portato questa grande innovazione nelle case dando al biliardo una nuova collocazione




L'esposizione dei tavoli da biliardo è vasta ed arricchita da oltre 100 modelli diversi visionabili a Roma in via di Valle Ricca 103, unica sede. Il prezzo dei tavoli da biliardo è variabile in base al prodotto ed offre un'ampia scelta per tutte le esigenze economiche. Molto dotato anche il settore dei tavoli di seconda mano e dei giochi di varia tipologia come ping pong, calciobalilla, air hockey, tavoli da carte, juke box, idee regalo,  ed ovviamente accessori da biliardo come sedie e lampadari. 
Anche per qunto rigura i modelli si trovano ampie proposte classiche alternate a modelli dal design accattivante e moderno che sfruttano materiali innovativi.





Recandosi nel SITO Restaldi ci si incanta a guardare la bellezza, l'estro ed il design di moltissimi prodotti dell'azienda, come si può notare anche dalle foto che ho postato; dalle immagini si evince una storicità riproposta che mantiene fede alla tradizione artigianale  dei prodotti con un occhio attento all'innovazione e alla versatilità. 


#BiliardiRestaldi e #ad #RestaldiBiliardi #BiliardiRestaldiRoma








Buzzoole

martedì 7 novembre 2017

Recuperare un tavolino e una damigiana restyling shabby chic

Spesso si hanno in casa oggetti vecchi che non si utilizzano più. Altre volte nei mercatini dell'usato o nella cantina dei nonni si ritrovano cimeli rovinati, non in uso a cui si può dare nuova vita.  
E' il caso della classica vecchia damigiana verde e di un vecchio tavolino che nello specifico  sono stati sapientemente ridati a nuova vita. I materiali da utilizzare sono di facile reperibilità; ma vediamo come recuperare un tavolino e una damigiana restyling shabby chic divertente ed efficace. 






Recuperare un tavolino e una damigiana restyling shabby chic


Per prima cosa bisogna riportare a vergine la superficie del tavolo e pulire bene la damigiana. per farlo si possono usare sia uno sverniciatore che della carta vetrata a grana grossa. Si deve rimuovere ogni dettaglio di vernice e levigare bene la superficie utilizzando, successivamente carta vetrata a grana fine e lana di vetro o acciaio. 
Rifinita bene la superficie si può optare per vari procedimenti ma se volte una superficie più uniforme è consigliabile trattare il legno con un buon tura pori. Poi procedere alla verniciatura.






Tavolino e damigiana fai da te shabby chic

Una volta preparata la superficie a dovere, si procede alla verniciatura con smalto bianco satinato di qualità, scegliete un prodotto all'acqua non inquinante e rifinite il tutto, dopo aver fatto asciugare e passato una seconda mano, con della cera effetto antico moro. Il risultato sarà ottimo come quello che vedete in foto. Il restyling del tavolino e dalla damigiana shabby chic  è completo, ma se volte arricchirlo ulteriormente usate dei fiori per decorare la damigiana: perfette le rose ancor più delle peonie bianche e rosa antico per avere un effetto di sicuro interesse. 
Se siete curiosi e volete conoscere altre tecniche per decorare e valorizzare una vecchia damigiana andate a leggere questo post: Come riutilizzare una vecchia damigiana.

venerdì 27 ottobre 2017

Arredamento: 5 consigli per arredare casa senza errori

Siete degli sposi novelli, o magari dei single che muovono i primi passi verso la loro indipendenza? Ecco che è arrivato il momento di arredare la vostra prima casa. Spesso accade però che non si sia molto competenti in materia arredamento e si teme, dunque a ragione, di commettere errori. Vediamo insieme l'arredamento: 5 consigli per arredare casa senza errori


Arredamento: 5 consigli per arredare casa senza errori



Arredamento: 5 consigli per arredare casa senza errori risparmiando

Questo è un blog Shabby Chic  ma ciò non toglie che è, in primis, un blog di arredamento, dove poter trovare consigli utili ed idee per arredare. Dunque, non parleremo dello stile Shabby, ma vi darò 5 consigli per arredare casa senza errori risparmiando. Come accade molto spesso, quando si arreda la prima casa non ci sono molti soldi a disposizione.


Arredamento: scegliere la collocazione degli ambienti



1)   Studia la la planimetria degli ambienti


Studia la planimetria degli ambienti analizzando esposizione, porte e finestre punti luce zone di passaggio. 


Quando ti accingi ad arredare la casa, inizia sempre dalla planimetria o piantina della tua casa. osserva bene la struttura delle stanze e la loro dimensione. Considera la grandezza degli ambienti, la loro luminosità, i punti presa ed infine la loro esposizione. 

Colloca il soggiorno  lo studio e magari la camera da letto in zone ben esposte a sud, ovest ed est, lascia le zone esposte a nord per i bagni, la cucina e i ripostigli o stanze ad uso ridotto. Una volta analizzato gli spazi e deciso la collocazione degli ambienti comincia a progettare il tuo arredamento usando carta e matita e, ovviamente la piantina di ogni ambiente.



2)   Fai le valutazione e destina le funzioni d' utilizzo in ogni stanza


Misura le dimensioni di ogni ambiente e, con un righello riportale su un foglio a quadretti facendo corrispondere ad ogni centimetro un quadretto. Verifica dunque le dimensioni dei mobili che potrai inserirvi lasciando gli spazi utili e necessari per poter aprire le finestre, la porta, e garantire il passaggio. 
Considera che lo spazio utile dietro ad una sedia posta ad un tavolo è in genere di 60 cm, che il divano deve essere orientato verso una futura libreria o mobile dove inserirai la TV.  Dai al tavolo una collocazione nella zona più luminosa dell'ambiente, studia la possibilità di inserire un punto luce vicino al divano ed infine considera se nella zona in cui porrai il mobile TV sono presenti prese corrente e prese antenna. 


3) Suddividi il tuo budget per ogni ambiente


Fai un analisi del budget che hai a disposizione e suddividilo per i vari ambienti. Ricordati  che dovrai dare la precedenza a due ambienti: la cucina e la camera da letto che si rende necessario arredare sempre e comunque per primi per poi riservare il resto del budget ad altre parti della casa, questo se il tuo budget dovesse essere limitato. 


4) Scegli i mobili rispettando le esigenze di spazio e funzionalità 


Mobili multifunzionali o di piccole dimnsioni per sfruttare ogni spazio


Ora puoi iniziare a scegliere i mobili. In prima battuta non ti consiglio un'arredamento di design costoso, meglio orientarsi verso mobili commerciali di poco costo che potranno comunque rendere piacevole ed accogliente la tua prima casa. In tal senso puoi dare un'occhiata ai prodotti di Mondo Convenienza, di Ikea e di altri brand che hanno prezzi abbordabili. Sceglili con gusto, rispettando le dimensioni della tua casa e degli ambienti senza rischiare di riempire troppo gli spazi. 
Se gli ambienti sono piccoli opta per mobili multifunzionali come ad esempio divano letto, tavolo a consolle, angolo cottura, e tutte quelle soluzioni salvaspazio che permettono, in pochi metri quadrati di creare un'ambiente accogliente e funzionale: girovagando per i negozi di mobili vedrai allestimenti sviluppati egregiamente in tal senso, pensati proprio per i giovani e e per chi ha problemi di spazio. In questo Ikea è il TOP, anche solo per prendere spunti ed idee. Non avere fretta e no buttarti sui primi articoli che vedi: te ne pentiresti!


5)  Arreda seguendo un filo conduttore in termine di colore e stile


Saper usare i colori nell'arredamento


E' il momento di pensare agli acquisti veri e propri. Attenzione a scegliere un filo conduttore in termini di colore e stile. Non usare troppi colori ma punta su due o tre al massimo. Usare i colori nell'arredamento non è una cosa facile ma neanche difficilissima. Utilizza i complementari per dar risalto e carattere agli ambienti e crea, in ogni ambiente, un elemento che costituisca il fulcro, il polo d'attrazione visivo che catalizza su di se l'attenzione. 

domenica 24 settembre 2017

Shabby chic design in celeste

Le scelte di stile che si possono operare nell'arredamento, sono molte,  ma quando si opta per lo shabby chic si fa spesso un grande errore, si crede che questo stile venga interpretato unicamente dal colore bianco: non è affatto così! Se il bianco è un colore che crea romanticismo e luminosità i colori pastello non sono da meno, riescono a conferire allegria e personalità ad ogni ambiente. 


Shabby chic design in celeste



Oggi voglio parlarvi dunque dello Shabby chic design in celeste, un colore piacevole che può essere utilizzato per  questa scelta di stile sia in total color che come scelta isolata tanto per dare un tocco di colore in più qua e la. Ma vediamone alcuni esempi.


Il salotto shabby chic in celeste


Il salotto e la camera da pranzo sono due ambienti in cui si vive molto, si ricevono gli ospiti, e generalmente questi due ambienti sono molto curati. Richiedono eleganza ma anche ospitalità, note di comfort e convivialità. Un 'insieme di elementi che si armonizzano davvero molto bene nello stile shabby chic. Come potete vedere dalla foto, il celeste con piccoli tocchi di altri colori pastello, come i rosa o il rosa antico, riescono a conferire all'ambiente un eleganza romantica molto caratteristica al salotto. 

La cucina shabby chic di colore celeste


Talvolta le parole non rendono abbastanza bene il concetto che si vuole esprimere. Specie nell'arredamento, sono proprio le immagini ad avere un ruolo importante. Per questo anche per quel che riguarda l'ambiente cucina per esprimervi lo stile shabby chic in celeste vi posto delle foto per me molto esplicative e belle. 




Due proposte in celeste per una cucina shabby chic molto bella. Un poco più rustica la prima, più elegante e raffinata la seconda, due splendide soluzioni che valorizzano molto l'ambiente cucina usando per l'appunto la tinta celeste ed un equivocabile arredamnto shabby chic
In un precedente articolo vi avevo parlatoo di questo amabile stile shabby chic e dei colori più utilizzati per rappresentarlo, Vi consiglio di andarvelo a vedere :-)!





Il bagno celeste in stile shabby chic


Ovviamente anche altri ambienti come il bagno o la camera da letto, non da meno la cameretta dei ragazzi, si sposano egregiamente con questo stile e con la scelta del colore azzurro che non dovrà essere necessariamente acceso ma pastello, chiaro, scuro, con varie tonalità per creare, insieme ad altri colori ed al bianco un connubio perfetto e armonico di sicuro interesse e piacevolezza. 

Shabby chic design in celeste anche in bagno 


Shabby chic design in celeste in camera da letto



Alternare elementi di vario colore e dare risalto all'ambiente con il celeste è una soluzione che possiamo definire meno colorata e dunque più "morbida" se mi si può concedere la parola, ma comunque  piacevolissima.




Talvolta la scelta del colore può ricadere solo sulle pareti e su alcuni complementi d'arredo concedendo ai mobili  la luminosità del colore bianco. Scelte di stile diverse in grado di personalizzare enormemente ogni ambiente ed ogni casa, conferendogli comunque un aspetto gradevole e romantico, come solo lo shabby chic riesce a fare. Celeste, rosa, lilla e bianco insieme all'ecru e a tutte le tonalità di beige sono i colori che più utilizzati in questo stile. 






simply *

Tavolo d'arredamento e biliardo da gioco: biliardi Restaldi

Il gioco del biliardo è divertente ed avvincente ma purtroppo per poter giocare ed allenarsi si devono frequentare le sale da biliardo e n...

eadv

HOME