martedì 7 novembre 2017

Recuperare un tavolino e una damigiana restyling shabby chic

Spesso si hanno in casa oggetti vecchi che non si utilizzano più. Altre volte nei mercatini dell'usato o nella cantina dei nonni si ritrovano cimeli rovinati, non in uso a cui si può dare nuova vita.  
E' il caso della classica vecchia damigiana verde e di un vecchio tavolino che nello specifico  sono stati sapientemente ridati a nuova vita. I materiali da utilizzare sono di facile reperibilità; ma vediamo come recuperare un tavolino e una damigiana restyling shabby chic divertente ed efficace. 






Recuperare un tavolino e una damigiana restyling shabby chic


Per prima cosa bisogna riportare a vergine la superficie del tavolo e pulire bene la damigiana. per farlo si possono usare sia uno sverniciatore che della carta vetrata a grana grossa. Si deve rimuovere ogni dettaglio di vernice e levigare bene la superficie utilizzando, successivamente carta vetrata a grana fine e lana di vetro o acciaio. 
Rifinita bene la superficie si può optare per vari procedimenti ma se volte una superficie più uniforme è consigliabile trattare il legno con un buon tura pori. Poi procedere alla verniciatura.






Tavolino e damigiana fai da te shabby chic

Una volta preparata la superficie a dovere, si procede alla verniciatura con smalto bianco satinato di qualità, scegliete un prodotto all'acqua non inquinante e rifinite il tutto, dopo aver fatto asciugare e passato una seconda mano, con della cera effetto antico moro. Il risultato sarà ottimo come quello che vedete in foto. Il restyling del tavolino e dalla damigiana shabby chic  è completo, ma se volte arricchirlo ulteriormente usate dei fiori per decorare la damigiana: perfette le rose ancor più delle peonie bianche e rosa antico per avere un effetto di sicuro interesse. 
Se siete curiosi e volete conoscere altre tecniche per decorare e valorizzare una vecchia damigiana andate a leggere questo post: Come riutilizzare una vecchia damigiana.

venerdì 27 ottobre 2017

Arredamento: 5 consigli per arredare casa senza errori

Siete degli sposi novelli, o magari dei single che muovono i primi passi verso la loro indipendenza? Ecco che è arrivato il momento di arredare la vostra prima casa. Spesso accade però che non si sia molto competenti in materia arredamento e si teme, dunque a ragione, di commettere errori. Vediamo insieme l'arredamento: 5 consigli per arredare casa senza errori


Arredamento: 5 consigli per arredare casa senza errori



Arredamento: 5 consigli per arredare casa senza errori risparmiando

Questo è un blog Shabby Chic  ma ciò non toglie che è, in primis, un blog di arredamento, dove poter trovare consigli utili ed idee per arredare. Dunque, non parleremo dello stile Shabby, ma vi darò 5 consigli per arredare casa senza errori risparmiando. Come accade molto spesso, quando si arreda la prima casa non ci sono molti soldi a disposizione.


Arredamento: scegliere la collocazione degli ambienti



1)   Studia la la planimetria degli ambienti


Studia la planimetria degli ambienti analizzando esposizione, porte e finestre punti luce zone di passaggio. 


Quando ti accingi ad arredare la casa, inizia sempre dalla planimetria o piantina della tua casa. osserva bene la struttura delle stanze e la loro dimensione. Considera la grandezza degli ambienti, la loro luminosità, i punti presa ed infine la loro esposizione. 

Colloca il soggiorno  lo studio e magari la camera da letto in zone ben esposte a sud, ovest ed est, lascia le zone esposte a nord per i bagni, la cucina e i ripostigli o stanze ad uso ridotto. Una volta analizzato gli spazi e deciso la collocazione degli ambienti comincia a progettare il tuo arredamento usando carta e matita e, ovviamente la piantina di ogni ambiente.



2)   Fai le valutazione e destina le funzioni d' utilizzo in ogni stanza


Misura le dimensioni di ogni ambiente e, con un righello riportale su un foglio a quadretti facendo corrispondere ad ogni centimetro un quadretto. Verifica dunque le dimensioni dei mobili che potrai inserirvi lasciando gli spazi utili e necessari per poter aprire le finestre, la porta, e garantire il passaggio. 
Considera che lo spazio utile dietro ad una sedia posta ad un tavolo è in genere di 60 cm, che il divano deve essere orientato verso una futura libreria o mobile dove inserirai la TV.  Dai al tavolo una collocazione nella zona più luminosa dell'ambiente, studia la possibilità di inserire un punto luce vicino al divano ed infine considera se nella zona in cui porrai il mobile TV sono presenti prese corrente e prese antenna. 


3) Suddividi il tuo budget per ogni ambiente


Fai un analisi del budget che hai a disposizione e suddividilo per i vari ambienti. Ricordati  che dovrai dare la precedenza a due ambienti: la cucina e la camera da letto che si rende necessario arredare sempre e comunque per primi per poi riservare il resto del budget ad altre parti della casa, questo se il tuo budget dovesse essere limitato. 


4) Scegli i mobili rispettando le esigenze di spazio e funzionalità 


Mobili multifunzionali o di piccole dimnsioni per sfruttare ogni spazio


Ora puoi iniziare a scegliere i mobili. In prima battuta non ti consiglio un'arredamento di design costoso, meglio orientarsi verso mobili commerciali di poco costo che potranno comunque rendere piacevole ed accogliente la tua prima casa. In tal senso puoi dare un'occhiata ai prodotti di Mondo Convenienza, di Ikea e di altri brand che hanno prezzi abbordabili. Sceglili con gusto, rispettando le dimensioni della tua casa e degli ambienti senza rischiare di riempire troppo gli spazi. 
Se gli ambienti sono piccoli opta per mobili multifunzionali come ad esempio divano letto, tavolo a consolle, angolo cottura, e tutte quelle soluzioni salvaspazio che permettono, in pochi metri quadrati di creare un'ambiente accogliente e funzionale: girovagando per i negozi di mobili vedrai allestimenti sviluppati egregiamente in tal senso, pensati proprio per i giovani e e per chi ha problemi di spazio. In questo Ikea è il TOP, anche solo per prendere spunti ed idee. Non avere fretta e no buttarti sui primi articoli che vedi: te ne pentiresti!


5)  Arreda seguendo un filo conduttore in termine di colore e stile


Saper usare i colori nell'arredamento


E' il momento di pensare agli acquisti veri e propri. Attenzione a scegliere un filo conduttore in termini di colore e stile. Non usare troppi colori ma punta su due o tre al massimo. Usare i colori nell'arredamento non è una cosa facile ma neanche difficilissima. Utilizza i complementari per dar risalto e carattere agli ambienti e crea, in ogni ambiente, un elemento che costituisca il fulcro, il polo d'attrazione visivo che catalizza su di se l'attenzione. 

domenica 24 settembre 2017

Shabby chic design in celeste

Le scelte di stile che si possono operare nell'arredamento, sono molte,  ma quando si opta per lo shabby chic si fa spesso un grande errore, si crede che questo stile venga interpretato unicamente dal colore bianco: non è affatto così! Se il bianco è un colore che crea romanticismo e luminosità i colori pastello non sono da meno, riescono a conferire allegria e personalità ad ogni ambiente. 


Shabby chic design in celeste



Oggi voglio parlarvi dunque dello Shabby chic design in celeste, un colore piacevole che può essere utilizzato per  questa scelta di stile sia in total color che come scelta isolata tanto per dare un tocco di colore in più qua e la. Ma vediamone alcuni esempi.


Il salotto shabby chic in celeste


Il salotto e la camera da pranzo sono due ambienti in cui si vive molto, si ricevono gli ospiti, e generalmente questi due ambienti sono molto curati. Richiedono eleganza ma anche ospitalità, note di comfort e convivialità. Un 'insieme di elementi che si armonizzano davvero molto bene nello stile shabby chic. Come potete vedere dalla foto, il celeste con piccoli tocchi di altri colori pastello, come i rosa o il rosa antico, riescono a conferire all'ambiente un eleganza romantica molto caratteristica al salotto. 

La cucina shabby chic di colore celeste


Talvolta le parole non rendono abbastanza bene il concetto che si vuole esprimere. Specie nell'arredamento, sono proprio le immagini ad avere un ruolo importante. Per questo anche per quel che riguarda l'ambiente cucina per esprimervi lo stile shabby chic in celeste vi posto delle foto per me molto esplicative e belle. 




Due proposte in celeste per una cucina shabby chic molto bella. Un poco più rustica la prima, più elegante e raffinata la seconda, due splendide soluzioni che valorizzano molto l'ambiente cucina usando per l'appunto la tinta celeste ed un equivocabile arredamnto shabby chic
In un precedente articolo vi avevo parlatoo di questo amabile stile shabby chic e dei colori più utilizzati per rappresentarlo, Vi consiglio di andarvelo a vedere :-)!





Il bagno celeste in stile shabby chic


Ovviamente anche altri ambienti come il bagno o la camera da letto, non da meno la cameretta dei ragazzi, si sposano egregiamente con questo stile e con la scelta del colore azzurro che non dovrà essere necessariamente acceso ma pastello, chiaro, scuro, con varie tonalità per creare, insieme ad altri colori ed al bianco un connubio perfetto e armonico di sicuro interesse e piacevolezza. 

Shabby chic design in celeste anche in bagno 


Shabby chic design in celeste in camera da letto



Alternare elementi di vario colore e dare risalto all'ambiente con il celeste è una soluzione che possiamo definire meno colorata e dunque più "morbida" se mi si può concedere la parola, ma comunque  piacevolissima.




Talvolta la scelta del colore può ricadere solo sulle pareti e su alcuni complementi d'arredo concedendo ai mobili  la luminosità del colore bianco. Scelte di stile diverse in grado di personalizzare enormemente ogni ambiente ed ogni casa, conferendogli comunque un aspetto gradevole e romantico, come solo lo shabby chic riesce a fare. Celeste, rosa, lilla e bianco insieme all'ecru e a tutte le tonalità di beige sono i colori che più utilizzati in questo stile. 






lunedì 18 settembre 2017

MaxMeyer lancia il ciclo completo per eliminare muffa dalle pareti di casa

Ciclo Antimuffa BioActive MaxMeyer

lancia il ciclo completo per eliminare la muffa dalle pareti di casa




MaxMeyer, leader nel settore delle vernici, presenta il ciclo completo per il trattamento delle muffe e delle condensa: BioActive composto di quattro momenti fondamentali: rimozione muffa, risanamento le pareti, preparazioni e pittura pareti.
Le cause dell'insorgenza di umidità e proliferazione di muffa sono varie: locali senza finestre o poco areati, locali soggetti alla formazione di condensa come ad esempio i bagni e le cucine. Sono soggetti alla formazione di muffa anche i locali con scarso isolamento termico: muri, travi, pilastri rivolti all’esterno e non perfettamente coibentati, errate abitudini di riscaldamento e ventilazione della casa.

“La presenza di muffa sulle pareti delle nostre case non è solo antiestetica – afferma Giovanna Mollis, Marketing Manager MaxMeyer – recenti studi scientifici hanno dimostrato che le spore liberate dalle muffe possono essere tossiche e dare problemi di allergie e asma, pregiudicando seriamente la salubrità degli ambienti e il benessere delle persone. In quest’ottica MaxMeyer, insieme a tutta Cromology, lavorano per fornire ai clienti un prodotto tecnologicamente avanzato ed efficace”.



Come funziona il ciclo antimuffa BioActive


1) SPRAY ANTIMUFFA
Specifico per la detersione di superfici infestate da muffa ha un' azione  profonda  e deterge penetrando nelle superfici. Formato da 0,250 lt 8,90 euro.

2) SOLUZIONE ANTIMUFFA
Una miscela di principi attivi appositamente selezionati per la loro azione specifica su superfici  in cui è presente muffa. Azione efficace grazie alla composizione ed al dosaggio calibrati da stendere su  interne ed esterne dove vi sia crescita di muffe, funghi od alghe. Formato da 1 lt 7.90 euro.

3) FISSATIVO ANTIMUFFA
Un  efficace fissativo antimuffa necessario per la preparazione di muri in interni. Indicato come fondo per l'applicazione di pittura antimuffa,  rende  facile l'applicazione della pittura accrescendone la durata nel tempo. Formato da 1 lt prezzo 11.90 euro

4) PITTURA ANTIMUFFA



Una volta trattate le pareti si procede all'applicazione di ulteriori prodotti quali la pittura traspirante antimuffa e antiodore risana gli ambienti umidi e previene la formazione di muffa. È ideale per tutti gli ambienti ed in particolare per gli ambienti umidi e poco aerati. Fornito in  vari formati: 1 lt 12.90 euro; 4 lt 29.90 euro ed infine 10 lt  59.90 euro.

5) ADDITIVO ANTIMUFFA
Si tratta di un prodotto specifico per pitture murali indicato per ambienti umidi o non areati. Se ne consiglia l'uso aggiungendolo alle pitture per prevenire la formazione di muffe. Reperibile in formato da 0,250 lt a 10.90 euro

Cromology Italia è leader nel settore della produzione e vendita di pitture per edilizia in Italia. L’azienda si avvale di 500 collaboratori, due siti produttivi tecnologicamente evoluti di 80.000mq, un hub logistico e tre magazzini regionali per un totale di 45.000mq. Alla parte produttiva si affianca una rete di distribuzione integrata, Colori di Tollens Bravo, che vanta 14 punti vendita diretti.
Grazie ad una strategia multicanale competitiva, al suo portafoglio di brand prestigiosi – MaxMeyer, Duco, Baldini Vernici, Tollens, Settef, Viero, Viero Paints, Mistercolor e Lo Specialista di Mistercolor – e ad una offerta completa e diversificata.
Cromology Italia registra una presenza di successo in tutti i canali distributivi. Cromology Italia, fa parte del gruppo Cromology player a livello mondiale, sviluppa un fatturato di 800ml €, che detiene posizioni di leadership nei maggiori mercati del Sud Europa.
Grazie a 10 laboratori di ricerca, 13 impianti di produzione e 9 piattaforme logistiche, Cromology è all’avanguardia nello sviluppo e nella produzione di pitture e vernici per l’edilizia. I marchi di Cromology sono commercializzati in oltre 50 paesi in tutto il mondo, con una presenza diretta in 9 nazioni.

sabato 2 settembre 2017

Matrimonio shabby chic come scegliere l'abito giusto

Tempo fa vi ho parlato degli arredi giusti per realizzare un matrimonio shabby chic ed in particolare delle decorazione e dei cartellini segna post fai da te. Vi ho parlato di colori e di addobbi e magari, più in la, vedremo anche altre peculiarità tipiche e caratteristiche di un matrimonio stile shabby chic ma oggi invece, voglio puntare l'attenzione verso l'abbigliamento che accompagna questa cerimonia importante: l'abito! 






Vediamo dunque del matrimonio shabby chic come scegliere l'abito giusto, romantico e speciale per una sposa in pieno stile vintage.

Matrimonio shabby chic come scegliere l'abito giusto:  10 proposte per voi



Intanto iniziamo con il dire che lo stile shabby chic è retrò o meglio, si origina dal passato e come tale riguarda anche nell'abbigliamento abiti del passato, dunque modelli dalle linee e dai colori vintage. i colori per elezione sono non solo il bianco, ma anche il color crema, il rosa pallido ed il rosa antico, il beige. pizzi e merletti sono graditi così come i volant e le balze. 






Non mancano abiti a tubino che delineano la silhouette dando risalto a corpi ben modellati ed infine acconciature dalla tendenza romantica arricchite da fiori, perle e nastri. Meno usato il tulle più in voga pizzo e tessuto leggere come l'organza ad esempio. 




Il velo e l'acconciatura

Come anticipato il velo può esserci o no, essere discreto adornato da una coroncina di fiori, o da una cuffietta, o magari essere sostituirìto da una bella acconciatura romantica che utilizza fiori.




Si tratta comunque di uno stile vincente, romantico ed elegante che offre molti spunti sia per quanto riguarda l'abito che l'acconciatura ed il bouquet, ma di questo parleremo in un altro post, ma vi anticipo che per un matrimonio shabby chic si potrà optare per un bouquet classico ma anche per uno informale tendenzialmente nature e leggermente country stile, come quelli che potete vedere nella foto sottostante. 





sabato 26 agosto 2017

Come fare cuori shabby chic o per Natale a cannucce con la carta tutorial

Gli accessori rendono ogni ambiente più bello e curato e talvolta con il fai da te si possono realizzare un'infinità di cose molto gradevoli come ad esempio dei cuori shabby chic da appendere in camera, in soggiorno o in qualsiasi altro ambiente o magari, per addobbare l'albero di Natale

Se vi state chiedendo come fare un cuore shabby chic a cannucce con la carta vi anticipo che è decisamente molto semplice, serve solo un po' di pazienza e e buona volontà, mentre per quel che concerne i materiali si utilizzeranno oggetti di recupero come la carta di giornale.




Come fare un cuore shabby chic a cannucce con la carta tutorial video e materiali


Per realizzare i vostri  cuori a cannucce di carta stile shabby chic o country  a seconda del colore che sceglierete, serviranno pochi materiali.
Oltre alla carte di giornale vi occorrerà uno stecchino da spiedino lungo, della colla stick, delle forbici per ritagliare delle strisce di carta, colori a tempera e bombolette spray del filo di ferro sottile ed infine un nastrino per appendere il cuore che potrà essere in spago o in raso.
Per la realizzazione potrete modificare il colore del cuore e farlo anche in rosso per creare tante simpatiche decorazioni a cuore per il vostro albero di Natale




In alternativa però, si può optare anche per molti altri colori ed utilizzare questi cuori shabby chic natalizi o semplicemente decorativo come meglio si crede. Anche per quanto riguarda le dimensioni si potrà realizzare i cuori piccoli come quelli in foto o anche cuori grandi solo modificando la grandezza delle cartucce di carta e la lunghezza.

Come fare cuori shabby chic o per Natale a cannucce con la carta tutorial video 

Seguendo il tutorial video vi accorgerete di come il procedimento sia abbastanza semplice ma un poco lungo.




Come potete vedere dal video la procedura è semplice ma un po' lunga Ma vi ripagherà il risultato finale che è davvero molto gradevole i cuori shabby chic ed i cuori per l'albero di Natale sono molto belli. 

venerdì 25 agosto 2017

Arredamento, design e le contaminazioni di stile


Arredamento e design e le contaminazioni di stile determinano le caratteristiche salienti di ogni ambiente arredato in maniera inequivocabile e spesso molto personale. 




Qualunque sia lo stile d'arredamento che ci piace, va detto, senza ombra di dubbio, che  ogni stile possiede spesso dei vincoli ben precisi, e in virtù dello stile prescelto, questo concetto sarà più o meno marcato. 
Alcuni stili nello specifico, possono avvalersi di innumerevoli contaminazioni, altri invece, sono belli proprio per la loro purezza e semplicità di linee e colori, o ricchezza degli stessi,  e la non possibilità di contaminarli più di tanto inserendo mobili od accessori in contrasto. 




Arredamento e design e le contaminazioni di stile


Un esempio di questo concetto "stile e contaminazioni" può essere espresso, ad esempio, attraverso lo stile minimale moderno, ancor di più quello giapponese. Altri stile d'arredamento invece,  come lo shabby chic, il country, lo stile provenzale , quello rustico possono fregiarsi di contaminazioni senza rischiare di modificarne più di tanto il concetto di base.  




Shabby e industrial



Un'altro esempio di connubio e contaminazioni viene dallo stile shabby industrial (vedi foto), ottenuto bilanciando con maestria vari elementi che derivano sia dallo stile shabby chic classico che da quello tipicamente industriale. Ambedue decisamente vintage, uniti insieme, riescono a creare luoghi ricchi di personalità come la cucina fotografata.




La giusta misura andrà ricercata proprio nella base concettuale che determina lo stile stesso e ovviamente, da un sano buon senso.
Ci piacciono le contaminazioni di stile nell'arredamnto? Certamente si! Le contaminazioni rompono le righe, gli schemi e danno vita ad estro e fantasia creando ambienti in cui nulla è scontato e tutto è rinnovabile. 

mercoledì 23 agosto 2017

La cameretta shabby chic dei ragazzi: 7 soluzioni

Lo stile shabby chic ci piace e ci piace ancor più quando dobbiamo arredare la cameretta dei ragazzi o di un nuovo nascituro, specie se femmina. Uno stile romantico che si presta ottimamente a tale scopo, ricco di sfaccettature e spesso anche economico se ci si affida al riciclo consente di creare ambienti soft molto evocativi. Nell'allestimento di un appartamento la cameretta shabby chic dei ragazzi merita un'attenzione diversa. Deve essere in pieno stile ma risultare anche pratica, esente da pericoli e funzionale al 100 %. 
Vediamo insieme: La cameretta shabby chic dei ragazzi: 7 soluzioni diverse per esigenze di vario genere che assecondano l'età ed il sesso dei ragazzi e dei bambini, soluzioni che prendono in considerazione spazi ampi ma anche camerette di piccole dimensioni. 


La cameretta shabby chic dei ragazzi maschio o femmina?


In relazione all'età del bambino e al sesso la scelta del mobilio e degli accessori shabby chic per la camera dei ragazzi cambia un poco. Il bianco è il colore d'eccellenza ma anche sfumature che virino al verde, al celeste, al rosso ed al marrone sono ben accette se scelte con sapienza.
Una camera romantica e femminile sfrutterà magari ance toni di beige e di rosa come ad esempio quella della foto in alto. 
Una cameretta con culla o lettino potrebbe essere indicata sia per un maschietto che per una femminuccia appena nati, come ad esempio quella della foto sottostante. 




Qualora si gradiscano note di colore in più un'ottima scelta diversificante può venirci semplicemente dalla carta da pareti e dagli accessori in grado di conferire una nota di stile diverso a qualsiasi ambiente. 
Una parete in tinta unita ed una a righe armonizzate da una moquette beige creano note di colore armonizzando benissimo. I colori più amati nello stile shabby chic sono molteplici ma tutti estremamente versatili e delicati. 




La cameretta shabby chic dei ragazzi con soppalco


Le soluzioni sono davvero moltissime e creare una cameretta shabby chic in ambienti diversi può dar vita a contesti molto particolari come ad esempio quello della cameretta per ragazzi realizzata in un soppalco
In questo modo si crea una divisione abile dell'ambiente dando alla zona alta, quella del soppalco un ruolo da camera da letto, mentre nella zona sottostante viene creata la zona studio gioco. Il colore di base è il bianco con qualche nota di discreto colore che vira dal crema del piumino ai giochi e ai quadri delle parti. 


La cameretta shabby chic dei ragazzi: quando i bambini sono più di uno

Non tutte le famiglie hanno figli unici, anzi... e dunque talvolta la soluzione da mettere in atto è quella che prevede l'inserimento di più letti e diverse zone di gioco e studio da condividere tra più bambini. 
Letti singoli o letti a castello costituiscono la soluzione ideale anche per spazi ridotti. Nella foto in basso una cameretta shabby al maschile o neutra adatta per diverse esigenze di spazio e colore caratterizzata da note di rosso, con pavimento a doghe in legno e rivestimento murale in legno, risulta davvero molto gradevole. 




Anche un divano letto per due può costituire una valida soluzione quando si allestisce una camera per bambini o ragazzi per due o quando si vuol offrire un posto letto in più
 in caso di necessità. La cameretta con divano letto shabby chic assume un eleganza ed un tocco di classe in più rispetto alla cameretta con letto a castello, determinato proprio dall'inserimento del divano. Una poltrona letto può costituire, inoltre, un ulteriore posto letto in più per accogliere ben 3 ragazzi. 




Gli accessori per la cameretta shabby chic


Come in ogni arredamento anche per la cameretta shabby chic dei bambini gli accessori rivestono un ruolo di grande importanza: tendaggi, coperte e copriletto, scrivani e relativi oggetti posti sul piano, ma anche quadri, cuscini, cornici ed altro, possono personalizzare enormemente l'ambiente proprio in virtù della loro sapore un po' speciale che può dar vita ad una cameretta elegante e davvero chic o magari anche un po' rustica, dal sapore provenzale. La scelta di stile e dettata dalle proprie esigenze ma anche dal gusto personale di ogni persona.







mercoledì 26 luglio 2017

Le luci e le candele per illuminare con atmosfera

Ogni stile d'arredamento che si rispetti è caratterizzato da un'insieme di elementi, primo fra tutti il mobilio ma concorrono vivacemente anche i rivestimenti i tessili e tutti gli accessori. Non da meno in questo contesto le luci e le candele per illuminare con atmosfera suggestiva anche gli angoli più nascosti. Luci, candele, lampade da soffitto o da parete, lampade da tavolo e piantane rivestono un ruolo fondamentale che accresce l'estetica dell'ambiente e ne favorisce l'uso la funzionalità e la fruibilità. 



Dettagli shabby chic: le luci e le candele per illuminare con atmosfera 

Alcune forme di illuminazione sono quasi universali come ad esempio i piccoli fili a led, si adattano ad illuminare con discrezione ogni tipologia di arredamento e stile ma va detto che il design delle lampade od il colore delle semplici candele nonché la loro forma rafforzano o meno uno stile. 
Tempo fa vi parlai delle lampade e  delle lanterne shabby chic  che possiedono un'equivocabile stile romantico adatto a questa tipologia di scelta d'arredo, ma se parliamo di candele il discorso cambia un po'. 






Nel caso delle candele infatti è fondamentale sceglierne bene il colore, ed anche il supporto che andrà ad accoglierle. 
Piccoli piattini di ceramica bianca o rosa o magari celeste tenue, ciotoline in vetro, porta candele in argento sono tra i colori e i materiali più adatti per delle candele da inserire in un contesto shabby chic, senza contare che lanterne vintage e le gabbiette possono servire da contenitore in maniere semplice e divina allo stesso tempo. 

Le luci shabby



Nello specifico per "luci" intendo non tanto lampade e lampadari, non in questo articolo almeno, ma semplici fonti di illuminazione determinate appunto da fili e lampadine, led,  cornici e sistemi visibili e non visibili di effetto come le cornici  a soffitto utile per creare luce diffusa e non diretta. Negli ultimi anni si trovano sul mercato diverse tipologie di lampadine a basso consumo con forme decisamente suggestive che anche solo dotandole di cavo sono perfette per essere inserite in vari contesti ed ambienti. Molto piacevoli offrono parecchi spunti creativi nell'arredamento incluso in quello shabby chic.

Candele shabby chic crative


Acquistando semplici candele bianche o beige e con un po' di accessori di recupero si possono realizzare delle splendide candele shabby da esibire sole o in gruppo come quelle delle foto.


Cuori, nastri, rafia e perle possono contribuire a rendere speciali le vostre candele shabby. Per un fai da te decorativo divertente e semplice




Se si desidera creare dei porta candele di recupero basterà procurarsi dei barattoli in vetro di quelli che si usano ad esempio, per le marmellate e abbellirli come nel video tutorial sottostante. Avrete un sicuro effetto estetico  molto gradevole, economico che lascia largo spazio alla vostra creatività. 



.
          

lunedì 17 luglio 2017

MaxMeyer TRE in UNO Lo smalto ideale per ottenere il massimo risultato in metà tempo


Fai da te, piccoli e grandi artigiani, professionisti ed aziende da ggi hanno in comune un alleato: MaxMeyer lancia TRE in UNO, il nuovo smalto all’acqua, dalle ottime prestazioni, che racchiude tre prodotti in uno: fondo, ruggine e finitura. Il brand di punta del gruppo Cromology Italia, leader nel settore dei prodotti vernicianti e da sempre sensibile al tema dell’innovazione, vuole fornire una soluzione innovativa capace di far risparmiare tempo e dando ottimi risultati. Si tratta di uno smalto all'acqua ad alte prestazioni disponibile nella doppia finitura lucida e satinata. È ideale per la protezione e decorazione di superfici in ferro, legno e supporti particolari come lamiere zincate. La sua particolare formulazione permette l'applicazione diretta sul supporto senza necessità di applicare un fondo. È pronto all’uso, ha una resa di 11 - 13 mq per litro ed è disponibile in dieci colori diversi: bianco, zucchero, panna, marrone, rosso, verde, verde scuro, nero, grigio cemento, grigio fumo.


“Lo smalto TRE in UNO vuole essere un’innovativa soluzione che racchiude ben tre diverse funzioni, consentendo così di dimezzare i tempi di lavoro – dichiara Giovanna Mollis, marketing Manager MaxMeyer DIY – ottenendo ottimi risultati. Lo smalto TRE in UNO è l’ennesima dimostrazione di come MaxMeyer e tutto il Gruppo Cromology, continuano a impegnarsi in ricerca e sviluppo per trovare sempre nuove soluzioni.”

Lo smalto TRE in Uno è disponibile nel formato da 0,5 lt, al prezzo di € 15,90 Ottime per trattare diversi tipi di superfici lo smalto 3 in uno è il prodotto giusto per chi cerca la qualità.

Cromology Italia è leader nel settore della produzione e vendita di pitture per edilizia in Italia. L’azienda si avvale di 500 collaboratori, due siti produttivi tecnologicamente evoluti di 80.000mq, un hub logistico e tre magazzini regionali per un totale di 45.000mq. Alla parte produttiva si affianca una rete di distribuzione integrata, Colori di Tollens Bravo, che vanta 14 punti vendita diretti.
Grazie ad una strategia multicanale competitiva, al suo portafoglio di brand prestigiosi – MaxMeyer, Duco, Baldini Vernici, Tollens, Settef, Viero, Viero Paints, Mistercolor e Lo Specialista di Mistercolor – e ad una offerta completa e diversificata, Cromology Italia registra una presenza di successo in tutti i canali distributivi. Cromology Italia, fa parte del gruppo Cromology player a livello mondiale, sviluppa un fatturato di 800ml €, che detiene posizioni di leadership nei maggiori mercati del Sud Europa. Grazie a 10 laboratori di ricerca, 13 impianti di produzione e 9 piattaforme logistiche, Cromology è all’avanguardia nello sviluppo e nella produzione di pitture e vernici per l’edilizia. I marchi di Cromology sono commercializzati in oltre 50 paesi in tutto il mondo, con una presenza diretta in 9 nazioni.

giovedì 18 maggio 2017

Tutorial centro tavola fiorito con rose

Il fai da te sta prendendo piede e va molto di moda specie per alcune tipologie di decorazioni. Ecco che un Tutorial per realizzare un bel centro tavola d fiorito con rose shabby chic e non solo può rimanervi utile, considerando anche la bellezza e la semplicità del lavoro. 
Ovviamente potrete utilizzare delle rose finte mentre, per quelle vere, il procedimento sarà il medesimo ma al posto della colla vi servirà del filo di ferro sottile di color verde che sosterrà la corolla del fiore e servirà per l'applicazione. Ad ogni modo il risultato è davvero grazioso ed otterrete un centro tavola fiorito con rose molto decorativo.

Tutorial: centro tavola fiorito con rose


Tutorial centro tavola fiorito con rose: occorrente



  1. Un vasetto o una ciotola possibilmente in argento, silver o simili od anche un bicchiere con stelo lungo a calice o coppa.
  2. una sfera di polistirolo dal diametro medio (8 cm circa) ma volendo potete anche fare un centro tavola più grande
  3. rose finte o vere
  4. colla vinilica o colla a caldo
  5. nastro bianco, o rosa  o lilla a seconda del colore del bouquet

 Procedimento per il centro tavola di rose


Il procedimento, come potete vedere dalle foto, è molto semplice in quanto la sfera di polistirolo consente di appuntarvi, una ad una le rose, partendo dalla base della sfera delicatamente poggiata sul bicchiere ed incollata con un filo di colla. Se usate le rose vere lo stelo della rosa verrà tagliato, arrotolato con il filo di ferro e appuntato nel bulbo verde della rosa che precede la corolla mentre l'altra estremità verrà conficcata nella sfera di polistirolo.
Infine, una volta completata tutta la sfera in ordine progressivo, non rimane che adornare il calice con un bel nastro legato a fiocco, ed il gioco è fatto. Semplice da realizzare il Tutorial centro tavola fiorito con rose è di sicuro effetto e renderà ogni tavola più armonica e graziosa: provare per credere! 

Buon  Lavoro

Qui trovate un altro simpatico tutorial per ottenere la verniciatura decapè

sabato 13 maggio 2017

Mobili decapè come decapare un oggetto shabby chic: tutorial

I mobili decapè sono tipici dello stile shabby chic, una tecnica quella del decapaggio che rende la struttura dell'oggetto decapato in legno, anticata e usurata, dunque dal tipico aspetto vissuto.
I mobili decapé nascono grazie ad una tecnica di verniciatura che si origina in Francia intorno al periodo di Luigi XV. 
Le tinte più utilizzate sono quelle dai colori pastello: bianco, verde chiaro, celestino e rosa, sono, insieme al beige i colori più idonei. Vediamo insieme i mobili decapé e come decapare un oggetto shabby chic ed il video tutorial relativo.



Mobili decapé come decapare legno, mobili ed oggetti.

I mobili shabby chic originali possiedono un aspetto naturalmente vissuto. Tendono ad avere gli angoli, gli spigoli e le parti più utilizzate, lievemente sverniciate, presentano irregolarità e piccole pecche dovute al tempo. Il mobile stile shabby chic dunque, deve somigliare il più possibile ai prodotti originali e a tal proposito viene utilizzata la tecnica di verniciatura decapè illustrata brevemente ma efficacemente nel video tutorial in basso.


             


Mobili decapè come decapare: le regole di base


La verniciatura caratteristica si ottiene sovrapponendo vari strati di vernice che generalmente sono bianco e colore (verde, celeste, rosa, grigio, beige, o creando una base grigia alla quale sovrapporre la tinta prescelta (es. bianco). Le vernici avranno un tono differente ed andranno stese in modo uniforme sempre coprire perfettamente il legno. Indicato l'utilizzo del pennello con poca vernice, ossia scaricato su di un piattino eliminandone la vernice in eccesso.




C'è anche chi preferisce creare una base grigia uniforme. Lasciare asciugare e stendere uno strato di bianco uniforme per poi, ad asciugatura completata, carteggiare scoprendo punti strategici che danno l'effetto usurato del decapé; (appunto angoli e zone più esposte).


Le parti intese come esposte sono  le zone vicino ai pomelli, gli angoli e gli spigoli, i bordi esterni dei mobili (i piani), gli interni di una piattaia, od anche le spalliere delle sedie. Ricreando le zone usurate e la tipica scoloritura dovuta al logorio e all'usura si determina un effetto ed un aspetto naturale del mobile shabby chic.



simply *